Santuario della Beata Vergine della Salute

A pochi chilometri da Castelvetro (Mo), sorge il Santuario di Puianello, situato su un colle, a 475 metri sul livello del mare, come un magnifico balcone sulla pianura modenese. Il nome, a parte la sua origine latina, popolarmente richiama la poiana, un rapace che nidifica in queste zone. Un piccolo oratorio fu edificato nel 1655 non per un fatto miracoloso, ma forse per ringraziamento alla Madonna in seguito al cessare della terribile peste del 1630-31 e questo spiegherebbe il nome di Beata Vergine della Salute. Il primitivo edificio in breve tempo andò in rovina, ma in seguito, nel 1716, fu posta la prima pietra per un nuovo edificio e cinque anni dopo vi fu la solenne inaugurazione, con il suo affidamento al sacerdote don Cassiano Vandelli. Durante il periodo napoleonico la chiesa subì vari saccheggi, e la sua proprietà passò per diverse mani, finché nel 1911 fu donato alla Parrocchia di Levizzano Rangone, il cui parroco, diede avvio ai necessari restauri. Verso la fine del secondo conflitto mondiale, il parroco di Levizzano, don Eliseo Capitani, avviò le trattative con Padre Ugolino da Niviano, ministro provinciale della Provincia di Parma, per cedere ai frati la chiesa della Madonna della Salute.

I primi cappuccini giunsero a Puianello nel 1947 quando ancora il Santuario versava in condizioni miserevoli: l’abitazione dei frati non aveva neppure i vetri alle finestre e le porte era state sfondate durante la guerra. I frati si misero subito al lavoro, e il 27 novembre i Cappuccini ebbero ufficialmente in cessione ad “nutum S. Sedis” il Santuario di Puianello, anche se esso sarà un cantiere sempre aperto per lavori di ristrutturazione e modernizzazione. Oggi in questo Santuario, peraltro piccolo e a cui si giunge salendo una lunga scalinata con le stazioni della Via Crucis, o seguendo una piccola strada a lato, si svolgono numerose attività, tra cui l’Ora di guardia e, ogni 13 del mese da maggio a ottobre, le marce della pace nello spirito di Fatima, con notevole partecipazione popolare, soprattutto di malati, e la presenza di questo Santuario e dei Cappuccini costituiscono un centro di forte spiritualità.

Messe

Feriale: ore 17.00

Prefestivo: ore 18.00 (ore 17.00 in orario solare)

Festivo: ore 10.30; 18.00 (ore 17.00 in orario solare)